24-25 febbraio 2024

Fine settimana con escursioni in montagna aperto anche a persone con disabilità
appennino reggiano

La porzione di Appennino tosco emiliano che ricade sul territorio della provincia di Reggio Emilia è di particolare pregio naturalistico, non a caso rientra all’interno dell’area di un parco nazionale. Abbiamo già visitato queste montagne in 2 occasioni sia in primavera che in estate, è quindi giunto il momento di scoprire come si presentano anche durante la stagione fredda, quando la neve è spesso di casa alle quote medio alte.

La nostra base d’appoggio sarà l’albergo rifugio Carpe Diem, collocato sul passo Pradarena, che con i suoi 1579 m di altitudine rappresenta il valico stradale più elevato dell’Appennino tosco-emiliano. Da qui partiremo per la prima escursione del sabato, e soprattutto ceneremo in compagnia e  pernotteremo, godendo della magica atmosfera d’alta quota che si respira sul crinale spartiacque tra Emilia e Toscana.

Saranno 2 giorni durante i quali ci estraneeremo completamente dalla vita cittadina, immergendoci nella più classica delle ambientazioni appenniniche. Attraverseremo ecosistemi dove la magia e la potenza della natura si fanno sentire con tutta la loro dirompenza. Cammineremo attraverso vari ambienti, dai boschi di faggio e conifere all’arioso crinale spartiacque tosco emiliano, fino a toccare, se le condizioni lo permetteranno, il suggestivo lago Bargetana.

Quest’inverno si sta presentando particolarmente avaro di neve, quindi, nonostante le alte quote alle quali cammineremo, non possiamo assicurare che il paesaggio sarà imbiancato. Se la dama bianca dovesse cadere in quantittà sufficienti effettueremo le escursioni indossando le ciaspole, altrimenti faremo senza e sarà comunque una belllissima esperienza. Il passo di Pradarena è uno dei punti più panoramici dell’Appennino tosco emiliano. Dalle sue faggete e dalle sue alte praterie difatti, nelle giornate più limpide, si può ammirare uno spettacolare panorama che spazia dalle Alpi Apuane alle isole dell’arcipelago toscano, dall’arco alpino alle vette più alte di Emilia, Liguria e Toscana. Sono luoghi di passaggio fin dai tempi più antichi, luoghi di pastori e viaggiatori, mercanti e poeti che raccontano culture e storie antiche.

Come sempre le escursioni saranno aperte anche a persone con disabilità visiva, che potranno contare, se lo vorranno e se ce ne sarà bisogno, sull’aiuto degli altri partecipanti vedenti.

Ricordiamo che le ciaspole sono uno strumento particolarmente accessibile alle persone con disabilità visiva. La loro forma più larga ed allungata difatti rende un po' difficoltoso il normale accompagnamento, tuttavia il suono che producono sul manto nevoso, congiuntamente all’utilizzo dei bastoncini da trekking e alle eventuali indicazioni degli accompagnatori, permette a chi non vede di procedere anche in autonomia con una certa facilità.

Per info e prenotazioni mettersi in contatto con Davide, telefonando o scrivendo su Whatsapp:

+393273280484

Programma del fine settimana

sabato 24 febbraio 2024
  • Ore 7:30 ritrovo in via Ferrara 7 a Bologna, sistemazione sui mezzi e partenza;
  • Ore 10:15: arrivo all’Albergo rifugio Carpe Diem al passo Pradarena, Ventasso (Reggio Emilia). Qui ci sarà la possibilità di consumare una seconda colazione al bar o di andare in bagno. Ritiro dei pranzi al sacco e incontro con la nostra guida Eugenia della Cooperativa Madreselva, ed eventuale consegna di ciaspole e bastoncini con spiegazione su come calzarle e utilizzarle corretamente;
  • Ore 11:00: partenza per la nostra prima escursione. Saliremo lungo una strada forestale verso est lungo l’Alta Via dei Parchi, raggiungendo il Passo della Comunella, un luogo dai grandi prnorami, aperto su tutto l’Appennino tra l’Emilia e la Garfagnana. Dal passo proseguiremo verso il Monte Sillano, dove consumeremo il pranzo al sacco, per poi scendere, nel pomeriggio, verso il Rifugio Carpe Diem. Lunghezza: 7 km circa. Dislivello: 360 m in salita e 360 in discesa, giro ad anello;
  • Ore 17:00 circa: rientro al Rifugio, sistemazioni nelle camere e possibilità di rilassarsi prima di cena;
  • Ore 20:00 cena.
domenica 25 febbraio 2024
  • Ore 7:30 colazione;
  • Ore 8:30 abbandono delle camere e partenza per la nostra seconda escursione. A seconda delle condizioni della neve o del meteo in generale, e delle valutazioni della guida potremmo scegliere tra 2 escursioni, entrambe dall’alto valore naturalistico e paesaggistico.
  • Nella prima partiremo dal rifugio lungo il crinale in direzione ovest, quindi opposta rispetto al giorno precedente, sempre lungo l’Alta Via dei Parchi. Dopo una passeggiata nel bosco lungo una strada forestale raggiungeremo il passo della Cavorsella, immerso nella faggeta, per poi uscire dal bosco e gguadagnare, se le condizioni lo permettono, il passo Belfiore. Dopo il pranzo al sacco rientreremo al passo di Pradarena entro le 15:00. Lunghezza: 8 km, dislivello: 380 m in salita e 380 in discesa, giro ad anello.
  • Nella seconda, dopo aver abbandonato definitivamente il rifugio, faremo uno spostamento in auto di circa 20 minuti per raggiungere la località Presa alta. Da qui, partendo lungo una strada forestale immersa nel bosco, passeremo affianco al Monte Cusna, grande gigante addormentato dalla cima più elevata dell’Appennino reggiano con i suoi 2117 m. Cammineremo lungo la valle dell’alpestre torrente Ozola, per arivare alle praterie intorno al Lago Bargetana, ai piedi del Monte Prado (cima più alta della Toscana), in una pittoresca conca in mezzo alla valle. Dopo aver consumato il pranzo al sacco sul lago rientreremo alla Presa alta, punto di partenza, entro le 16:00. Lunghezza: 15 km. Dislivello: 500 m in salita e 500 in discesa, giro ad anello;
  • 19-19:30: rientro a Bologna.

Metteremo in contatto tra di loro i partecipanti, in particolare quelli con disabilità visiva, per quanto riguarda il trasporto.

Potremmo usufruire del nostro pulmino, che sarà guidato da uno dei partecipanti che si renderà disponibile. Oltre al nostro pulmino sarà necessaria un’altra auto messa a disposizione dai partecipanti, che riceveranno un contributo di 70 euro come rimborso spese di benzina e autostrada.

Riusciamo a garantire la presenza certa di un cane guida per non vedenti, che potrà salire sul nostro pulmino. Dal secondo in poi dipenderà dalla volontà dei proprietari delle auto di trasportare o meno l’animale sul proprio mezzo.

Come iscriversi

Il trekking è riservato ai tesserati dell’ASD In2thewhite, sarà possibile tesserarsi in occasione di questa iniziativa.

La quota di partecipazione sarà pari a 170 euro e comprenderà:;

  • guida ambientale che ci accompagnerà durante le 2 escursioni;
  • pranzi al sacco del sabato e della domenica;
  • trattamento di mezza pensione presso l’Albergo Carpe Diem (cena del sabato, pernotto e colazione della domenica);
  • trasporto da e per Bologna (circa 2,,30 ore di auto);
  • noleggio di ciaspole e bastoncini per entrambi i giorni;
  • tesseramento base, di durata annuale, all’ASD In2thewhite comprensivo di copertura assicurativa di responsabilità civile e infortuni;
  • presenza di persone vedenti che si metteranno a disposizione, se necessario, delle persone con disabilità visiva se dovessero aver bisogno di qualche aiuto durante le camminate e non solo.

La quota non comprenderà qualsiasi extra non citato sopra.

IL tesseramento è incluso nella quota di partecipazione per chi non è ancora associato. Offriamo il tesseramento per invogliarvi a partecipare alle nostre attività, di conseguenza chi si è già tesserato in passato, e avrà ancora la tessera in corso di validità, pagherà la stessa quota di partecipazione di chi la sottoscrive in questa occasione. La gratuità della tessera è valida solo per chi si associa per la prima volta. Chi volesse iscriversi a questo trekking ma avesse la tessera già scaduta dovrà, oltre alla quota di partecipazione, versare anche le 20 euro relative al rinnovo.

La quota di partecipazione dovrà essere versata per intero entro mercoledì 21 febbraio 2024, intesa come data di ricezione del bonifico. Entro questi termini dovrà anche essere stato ultimato il tesseramento attraverso la compilazione del seguente modulo online:

https://www.assofacile.it/calendario/in2thewhite/iscriviti

Se alcune persone con disabilità visiva dovessero trovare difficoltà con la compilazione del modulo possono contattarmi per ricevere istruzioni su come tesserarsi in maniera alternativa.

Avvertenze

Il trekking sarà d diffficoltà media, adatto a persone già abituate a camminate in natura, quindi su sentiero e con del dislivello sia in salita che in discesa, nonché attraverso l’utilizzo delle ciaspole. Obbligatorio l’utilizzo di scarponi da trekking impermeabili (assolutamente no monboot cioè doposci), e di un abbigliamento adeguato all’escursionismo invernale in montagna, quindi con guanti e cappello sempre a portata di mano. In caso di manto nevoso particolarmente abbondante potrebbero tornare utili anche le ghette, per impedire che la neve possa entrare tra il pantalone e lo scarpone. Suggeriamo di portare con voi sempre qualche capo d’abbigliamento impermeabile, dal momento che le precipitazioni piovose o nevose non saranno mai del tutto escluse.

Fondamentale, durante le escursioni, avere con sé almeno 1 litro d’acqua.

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO. Cammineremo in inverno a quote comprese tra 1200 e 1800 m di altitudine, quindi a prescindere dalla presenza di neve il freddo potrebbe essere decisamente intenso. Consigliamo pertanto un abbigliamento da escursionismo invernale, con cappello e guanti sempre a portata di mano, con la possibilità di togliersi gli strati più pesanti nel caso in cui doveste scaldarvi camminando in salita. Il suggerimento difatti è quello di portare con voi, oltre al bagaglio più grande con le cose per la notte, anche uno zainetto più piccolo da portare con voi durante le camminate per riporre i pranzi al sacco, la borraccia e i capi d’abbigliamento aggiuntivi. In albergo dormiremo in camere triple con letti separabili, ognuna delle quali dotata di bagno privato.

IN CASO DI CANCELLAZIONE

Qualora un partecipante dovesse annullare la propria presenza oltre il 22 febbraio 2024, la quota di partecipazione non potrà essere restituita. Qualora la partecipazione fosse annullata prima di tali termini, la quota sarà restituita al netto della quota di tesseramento, pari a 20 euro, che non potrà in ogni caso essere restituita. . Ovviamente questo discorso è valido solo per chi si sarà tesserato in occasione di questa iniziativa.

IN CASO DI MALTEMPO

Qualora il maltempo dovesse impedire lo svolgimento del week-end in maniera piacevole e sicura, l’iniziativa sarà annullata e le quote di partecipazione restituite, al netto della quota di tesseramento, pari a 20 euro, che non può in ogni caso essere restituita. Ovviamente il discorso è  valido solo per chi si sarà tesserato in occasione di questa iniziativa. L’annullamento del week-end, a causa delle previsioni che risultano attendibili solo all’ultimo, potrà avvenire anche il giorno prima della partenza.

Progetto realizzato da

con il sostegno e la collaborazione di